Utilizzo dei cookie

Daimler usa i cookie per poter configurare in modo ottimale e migliorare costantemente le sue pagine web. Continuando ad utilizzare il sito web fornisci il tuo consenso all’utilizzo dei cookie.

Per ulteriori informazioni si rimanda alle avvertenze sui cookie.
Zone d’attacco e di montaggio
Unimog U 216 - U 530

Zone d’attacco e di montaggio

L'Unimog porta-attrezzi si caratterizza per la sua grande versatilità di impiego.

In fatto di versatilità in ogni stagione dell'anno, da generazioni l'Unimog non conosce concorrenti. E questo è il motivo: l'Unimog porta-attrezzi è stato progettato espressamente come macchina operatrice in grado di impiegare diversi attrezzi. In collaborazione con aziende produttrici di attrezzi qualificate nascono soluzioni specifiche in grado di aumentare produttività e rendimento dei parchi veicoli. Anche nell'azionamento e nel comando degli attrezzi l'Unimog porta-attrezzi evidenzia prestazioni ai massimi livelli. E il joystick multifunzione estraibile rende l'azionamento ancora più semplice e sicuro.

Grazie alle interfaccia standardizzate è possibile combinare l'utilizzo di attrezzi diversi e ottenere applicazioni innumerevoli. Tra queste vi sono una piastra portattrezzi frontale unificata, punti di attacco sul telaio, piastre di attacco ai lati e nel settore posteriore nonché punti di attacco sferici sul controtelaio del cassone. In questo modo nella parte anteriore, tra gli assi e nella parte posteriore è possibile disporre complessivamente di tre zone di attacco estremamente efficienti e utilizzabili anche contemporaneamente.

La zona di montaggio si trova in corrispondenza del cassone. Le sovrastrutture possono essere fissate direttamente al telaio a longheroni e traverse o sui punti di attacco sferici del telaio del cassone. Grazie all'eliminazione del cassone è stato possibile ottenere un notevole aumento del carico utile. Le piastre di attacco posteriore sono in grado di sostenere carichi fino a 2,5 t.